Passa ai contenuti principali

LIKE, The first generation of artists in the net community

Marcos Alvarez - Nina Carini - Lorenzo De Angelis - Francesco Fillini - Gergely Kiss - Quentin Lefranc - Taizo Matsuyama - Charley Peters - Francesco M. Tumbiolo - Amo Vaccaria - Una mostra a cura di Francesco Fillini

12 - 26 Maggio 2018
spazio espositivo per l'arte contemporanea
iPazziFactory via Palestro 21, 56127 Pisa

Opening sabato 12 maggio h. 18:30

Quella attuale è la prima generazione di artisti che ha l’opportunità di seguire in tempo reale ciò che accade nel mondo dell’arte da un capo all’altro del pianeta. Sui profili di Instagram o di Facebook gli artisti postano i loro lavori appena terminati, talvolta rendono visibile il corso d’opera e, attraverso immagini coerenti, la loro atmosfera e il loro mondo. Gestire un profilo su un social network diventa un atto della contemporaneità. La nuova geografia della comunità artistica è virtuale e il frutto di questa osservazione globale, reciproca e immediata ci sarà offerto dagli emergenti più talentuosi e autonomi di questa gen…

Apoptosi, un evento d'arte di Gianni Lucchesi e Sandro Bettin
















iPazzi d’arte, assieme agli artisti Gianni Lucchesi e Sandro Bettin sono lieti di invitarvi ad una festa-evento che si terrà il 4 gennaio prossimo dalle ore 18 alle ore 23 presso il Teatro Sant’Andrea in via del cuore a Pisa. “Apoptosi” è il nome dato all’appuntamento. Un intervento che nasce dalle ceneri, nel vero senso della parola, di anni di lavoro artistico. Il primo dicembre scorso un incendio ha completamente distrutto l’atelier d’arte di Gianni Lucchesi. In una notte il fuoco ha divorato molte opere e la “storia” del suo atelier. Lo studio ospitava anche diversi dipinti e sculture anche dell’amico Sandro Bettin con il quale Gianni ha un lungo legame affettivo ed un intenso scambio intellettuale.

 “L’intervento che proponiamo – spiega Gianni Lucchesi – si colloca in linea con il pensiero che da sempre accomuna il mio lavoro a quello di Sandro. Per anni abbiamo trovato ispirazione nell’interrogarci e nell’elaborare pensieri relativi alla condizione umana in relazione al tempo e all’ineluttabilità del suo trascorrere e sugli effetti tangibili che lo stesso segna sul corpo e sulla materia tutta. Abbiamo lavorato, seppur con modalità espressive apparentemente distanti, sulla “rappresentazione”, anche metaforica, degli effetti che l’ossidazione provoca alla materia. L’incendio avvenuto rappresenta un evento traumatico nella nostra vita. La potenza del fuoco – continua l’artista – ha lasciato il segno del suo manifestarsi e il suo passaggio in quelle ore ha segnato, e modificato, alcuni oggetti simbolo del nostro lavoro artistico. Questi si sono trasformati, e proporli o ri-proporli è accettazione e accoglimento. Mostrare queste “nuove” opere è come permettere alla morte di creare, perché noi, nonostante tutto, continueremo”.

APOPTOSI, evento d’arte” nasce proprio per modificare questo tragico evento in un atto di creatività.

L’ingresso è libero ed aperto a tutti. In mostra opere e “reperti” di Gianni Lucchesi e Sandro Bettin, proiezione del corto “I love Malaventre” e concerto de I SOLOMOLO (Francesco Castelli, Tommaso Santucci e Alessandro Milo). Vi aspettiamo.