Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2012

UAO! - Unidentified Art Object

Un non identificato oggetto per la diffusione dell’arte inviatoci da una civiltà scomparsa è atterrato sulla Terra e sta cercando di mettersi in comunicazione con voi per diffondere cultura e creatività!

Project by Elisabetta Cardella
Design by Andrea Locci
Electronic components by Marco Pavone
Video by Lorenzo Marotta

Partner
IPazziFactor - Associazione ArtedellaMemoria

Partecipano gli artisti:
Sandro Bettin | Elisabetta Cardella
Francesco Fillini | Andrea Locci |Gianni Lucchesi
Renzo Lulli |Lorenzo Marotta |Sonia Marrese | Stenia Scarselli
Fabrizio Tronfi | Carlo Alberto Arzelà | Barbara Benincasi
Julia Caracciolo | Simonetta Sotgiu

Un progetto che nasce nel 2016 da un’idea dell’artista Elisabetta Cardella ma che prende forma solo nel 2018 grazie alle capacità tecniche e alla maestria dell’artista dei robot, Andrea Locci.

Messaggio trasmesso dalla navicella UAO in data 16.06.2018
_ _ _>>> Raccogli spunti, osserva, accumula esperienze, storie e dati _ Immagina di vedere le cose da…

L' invasione degli ultra robot

Troppi fumetti, troppa fantascienza e la frequentazione di troppe discariche... ma cosa hai in testa LOCCI? Un colabrodo?... Risposta: Si! Un colabrodo da cui filtrano idee creative a bizeffe. E' indomito Andrea Locci. Un perfetto assemblatore di suggestioni, tratte da pezzi qualsiasi di oggetti di scarto. Ogni cosa può servire a materializzare le sue visioni. Basterebbe avere la fortuna di visitare il suo laboratorio: una raccolta e un catalogo infinito di cose che già prese singolarmente ci stupiscono. Ma è nella capacità di sapere vedere oltre e dentro alla "personalità" del singolo "pezzettino" che Andrea si esalta restituendoci artefatti di cose e cose e cose... Come le enormi maschere fatte con gomme di auto e di camion, "semplicemente" ripiegate su se stesse o tagliate ad arte. Lampade realizzate con le piastre di vecchi circuiti elettrici. Palazzi che formano intere città fatti di legni vecchi e grattugie e bulloni e rivetti e vetro e puntine…