Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2012

UAO! - Unidentified Art Object

Un non identificato oggetto per la diffusione dell’arte inviatoci da una civiltà scomparsa è atterrato sulla Terra e sta cercando di mettersi in comunicazione con voi per diffondere cultura e creatività!

Project by Elisabetta Cardella
Design by Andrea Locci
Electronic components by Marco Pavone
Video by Lorenzo Marotta

Partner
IPazziFactor - Associazione ArtedellaMemoria

Partecipano gli artisti:
Sandro Bettin | Elisabetta Cardella
Francesco Fillini | Andrea Locci |Gianni Lucchesi
Renzo Lulli |Lorenzo Marotta |Sonia Marrese | Stenia Scarselli
Fabrizio Tronfi | Carlo Alberto Arzelà | Barbara Benincasi
Julia Caracciolo | Simonetta Sotgiu

Un progetto che nasce nel 2016 da un’idea dell’artista Elisabetta Cardella ma che prende forma solo nel 2018 grazie alle capacità tecniche e alla maestria dell’artista dei robot, Andrea Locci.

Messaggio trasmesso dalla navicella UAO in data 16.06.2018
_ _ _>>> Raccogli spunti, osserva, accumula esperienze, storie e dati _ Immagina di vedere le cose da…

Batti, salda, crea...

Da piccolo sotto casa mia c'era un fabbro. Mi facevano "impazzire" l'odore e i colori di quel posto. Buio, nero, unto, fumigoso e acre di ferro acceso. Però il massimo della mia emozione era l'incanto luminescente delle operazioni di saldatura e limatura... Che meraviglia! (... e la meraviglia di un bimbetto è la più meravigliosamente meravigliosa). Vedevo scintillare per aria miriadi di scagliette di fuoco che si spengevano a terra e sui grembiali degli operai. - Ma non ti bruci? - chiedevo,  e tutte le volte rimanevo stupefatto per quei - No - , poi immancabili mi brontolavano - Sì, ma tu invece scansati e non guardare la fiamma mentre si salda, che ti accechi - io lo sapevo, me lo dicevano sempre, ma una sbirciatina dovevo darla, (per forza) - Poi si ricalavano la maschera sul faccione nero e bianco e riprendevano a fabbricar fuoco e scintille. Ne uscivano cancelli, inferriate, infissi... E' da allora che mi sono convinto che "saldare" è una magi…