Passa ai contenuti principali

LIKE, The first generation of artists in the net community

Marcos Alvarez - Nina Carini - Lorenzo De Angelis - Francesco Fillini - Gergely Kiss - Quentin Lefranc - Taizo Matsuyama - Charley Peters - Francesco M. Tumbiolo - Amo Vaccaria - Una mostra a cura di Francesco Fillini

12 - 26 Maggio 2018
spazio espositivo per l'arte contemporanea
iPazziFactory via Palestro 21, 56127 Pisa

Opening sabato 12 maggio h. 18:30

Quella attuale è la prima generazione di artisti che ha l’opportunità di seguire in tempo reale ciò che accade nel mondo dell’arte da un capo all’altro del pianeta. Sui profili di Instagram o di Facebook gli artisti postano i loro lavori appena terminati, talvolta rendono visibile il corso d’opera e, attraverso immagini coerenti, la loro atmosfera e il loro mondo. Gestire un profilo su un social network diventa un atto della contemporaneità. La nuova geografia della comunità artistica è virtuale e il frutto di questa osservazione globale, reciproca e immediata ci sarà offerto dagli emergenti più talentuosi e autonomi di questa gen…

Sonia Marrese, una morgana a Pisa















Sonia Marrese si definisce fotografa per passione, ma io credo di più che lo sia per necessità istintiva.

Il suo è un moto d'impulso, quasi un riflesso incondizionato, quello di catturare in immagini ciò che vede. E lo fa bene, con uno sguardo soggettivo, inatteso, mai scontato. Il suo è un approccio all'immagine "immediato", nel senso di non mediato, se non dalla sua propria sensibilità, estetica ed umana.

Dopo tanto averla incoraggiata, sono davvero felicissimo che Sonia abbia deciso di dichiararsi al pubblico realizzando il suo primo libro di foto: "Una morgana a Pisa".

La Fata Morgana, è un effetto ottico che stravolge la linea d'orizzonte, un miraggio che distorce e rende insolito il guardare. E' l'effetto che Sonia Marrese ci restituisce in questa collezione di immagini. Splendide, sognanti, giocate sul capovolgimento del punto di vista che può restituirci l'asfalto bagnato. Capovolgimento non solo delle cose in sé ma anche del loro contesto, quasi del loro senso, come se si guardasse la realtà da sotto il pelo della sua superficie, trasportati in una dimensione "altra da se" appunto. Ho fatto davvero fatica a limitare la scelta delle foto che per necessità di edizione avrebbero composto il libro, tante altre altrettanto suggestive ne sono rimaste fuori. Sono certo che queste come tanti altri bellissimi suoi soggetti avranno un futuro pubblico.

Lascio alle sue parole una definizione ancora migliore: - queste foto nascono da una riflessione sull'ambiente urbano della città in cui vivo, Pisa. Spesso chi fotografa posa l'attenzione su l'estetica dei luoghi che più sono al centro dell'attenzione collettiva. Il punto di vista va in conflitto con le varie bruttezze che entrano nel campo fotografico, le auto parcheggiate davanti ai monumenti, i fili della corrente che penzolano ovunque, i lavori in corso ed il degrado dilagante. Il riflesso offre un altro punto di vista. Restituisce una visione onirica che forse di più rende omaggio alla bellezza del paesaggio urbano e lascia incontaminata la privacy dell'umanità che lo anima.

Evento di presentazione del libro e proiezione di una più amplia raccolta di immagini:
Domenica 18 dicembre alle 18
presso il nostro Temporary Art 
via Santa Cecilia 23 a Pisa

sarà presente l'autrice
Siete tutti invitati

+ info pagina evento




















Sonia Marrese
Sono cresciuta in una camera oscura all'interno di un furgone, girando tra la Spagna e l'Italia, in luoghi sconosciuti, immersa tra rullini e macchine fotografiche, sempre presente sui set di mio padre. Dopo anni ho rielaborato questa esperienza trasformandola in passione. Questo è il mio primo libro.
Fotografa Freelance ha pubblicato con RaiNews, PaginaQ, QCODE Magazine.